Come tutti abbiamo saputo, giovedì 24 settembre Maurizio Laudi ci ha lasciati. Era un giudice con alte cariche in Magistratura e azioni contro la malavita e forze eversive che hanno lasciato il segno nella storia d’Italia.

Gli scopi del nostro progetto sono la scoperta e l’analisi dei fattori che possono intervenire sullo sviluppo dei giovani che fanno sport e la proposta di un metodo in grado di formare uno sportivo capace di esprimere compiutamente tutte le proprie potenzialità.

I contenuti di questa sezione servono a descrivere cos'è NuovoSportGiovani, gli obbiettivi, i modi, la formazione, la proposta ed il modello educativo...

Non sarà facile capirsi subito, poiché lo sport resiste ai cambiamenti. A livello giovanile troviamo e apprezziamo tanti, presidenti, dirigenti, allenatori e genitori che, per passione e pochi soldi, mettono tutto l'impegno, l'entusiasmo e la dedizione, ma critichiamo la resistenza a cogliere le innovazioni e la modernità che conquistano tanti altri campi. Inoltre, la proposta di un cambiamento può apparire troppo critica, ma è sufficiente interpretarla "in positivo" ed evitare gli errori per condurre una formazione moderna.

Se vogliamo interpretare lo sport alla luce di una visione più moderna e scientifica e proporre una correzione, dobbiamo rilevare errori che esistono anche quando le intenzioni sono più che positive. Chi s'interessa di giovani, per affetto e per amore del proprio lavoro vorrebbe portarli anche dove è impossibile e vincere ogni partita anche per loro, perché sogna di vederli campioni. È qui, però, che compie gli errori più dannosi e non coglie tutte le potenzialità educative di cui potrebbe disporre. Lo sport, infatti, è uno degli strumenti e degli stimoli più potenti per la formazione della persona, ma può essere educativo o diseducativo secondo com'è proposto e usato dall'istruttore, dalle società, dall'ambiente e dalla famiglia.

Nuovosportgiovani riunisce professionisti dello sport che a vario titolo operano nel mondo sportivo.

Comprende psicologi, psicopedagogisti, medici, istruttori, allenatori e operatori sportivi che vedono nello sport uno strumento educativo e di crescita fondamentale per lo sviluppo psicofisico del soggetto in età evolutiva, e a tale riguardo condividono i valori etici riportati nella “Carta dei diritti del ragazzo allo sport” della Commissione Tempo Libero dell’ONU redatta nel 1992.

L’esercizio della loro professione si basa su tali principi, e mira alla diffusione di una pratica dello sport nel rispetto degli stessi, affinché i giovani atleti siano nelle condizioni di praticare uno “sport possibile”.  Con questa espressione s’intende l’esercizio di qualunque disciplina sportiva che si svolga nel rispetto dell’atleta e delle tappe evolutive di crescita, delle sue peculiarità e dei suoi limiti fisici e mentali a prescindere dal livello prestazionale e agonistico cui essa sia praticata.

Nuovosportgiovani propone interventi, aggiornamenti e consultazioni on – line eseguiti su tutto il territorio nazionale da referenti specialisti nelle varie discipline sportive.

L’associazione è nata per tutelare gli interessi del bambino e del giovane, salvaguardare i loro diritti e prevenire ed eliminare le fonti di disagio, ma vi sono anche altri obiettivi e strumenti impliciti.

Lo sport ha fretta e impiega ciò che è subito utilizzabile per la prestazione, non lascia sperimentare, perché vuole subito vincere, valuta il risultato e non la qualità della prestazione, usa stimoli che sul giovane non hanno effetto e cerca di incrementare il rendimento aumentando le pressioni.

Altri articoli...

Padlet (2)

Fatto con Padlet