Pallacanestro

Possedete una palla? Volete stupire i vostri amici diventando dei veri e propri giocolieri?

E se giocate a basket (ma il discorso è ugualmente valido per chi pratica il volley o la pallamano), vi interessa migliorare la velocità delle vostre mani, la vostra coordinazione e sensibilità?

Ma soprattutto, volete divertirvi? Se avete risposto positivamente ad almeno un paio di queste domande, seguite attentamente gli esercizi che vi propongo, non dimenticando mai di:

  • assumere la corretta posizione del corpo: gambe piegate con i piedi divaricati (all’incirca larghezza spalle), schiena diritta e leggermente inclinata in avanti, testa alta. Il segreto consiste essenzialmente nel sentirsi comodi e per nulla contratti. Se riuscite a molleggiarvi senza perdere l’equilibrio avete raggiunto quella che nel basket si chiama la “posizione fondamentale”;
  • toccare la palla con le dita: terminata la seduta di trattamento di palla, guardatevi le mani. Se il palmo è sporco, dovete provvedere e concentrarvi nell’eseguire tutti gli esercizi utilizzando solo le dita e in particolare i polpastrelli, gli unici in grado di dialogare con la palla, parlando la stessa lingua;
  • fare stretching: prima di iniziare dedicate un paio di minuti a stirarvi le dita, una alla volta. Questa semplice e veloce operazione vi darà una maggiore sensibilità e flessibilità, e vi eviterà le classiche e dolorose insaccature.

Siete pronti? Gli esercizi prevedono già di per sé una progressione di difficoltà, ma starà a voi aumentare la velocità di esecuzione, nel momento in cui avrete raggiunto una certa sicurezza.

 

1. I cerchi

Esecuzione: disegnate dei cerchi, consegnando la palla da mano a mano, dapprima intorno alle caviglie, poi alle ginocchia, al busto, alla testa e, quindi,  ripercorrendo il tragitto inverso scendendo.

Consiglio: cercate di non guardare la palla e mantenete la posizione fondamentale con i piedi leggermente scostati.

Obiettivo: compiere i movimenti in modo fluido e continuo, tentando di aumentare la rapidità e migliorando la sensibilità delle mani.

2. I tap

Esecuzione: in piedi, lanciate con la mano destra la palla in aria e fatela rimbalzare di circa 10 centimetri al di sopra del braccio disteso, “pizzicandola” con i polpastrelli. I movimenti devono essere abbinati a piccoli saltelli a piedi pari.

Consiglio: guardate sempre la palla e più che saltare, rimbalzate senza quasi staccare gli avampiedi dal terreno.

Obiettivo: aumentare la coordinazione ed il tempismo

3. Il battimano sopra la palla

Esecuzione: in piedi, con la palla tra le mani, davanti al corpo, all’altezza del petto, lasciatela cadere e contate quante volte riuscite a battere le mani prima di riprenderla e prima che tocchi il suolo.

Consiglio: non alzate la palla (imbrogliereste voi stessi) e fate dei piccolissimi battimano, in modo da impiegare il minore tempo possibile.

Obiettivo: aumentare la velocità delle mani e i riflessi.

4. Il palleggio avanti - indietro

Esecuzione: assumete la posizione fondamentale, tenendo la palla tra le mani all’altezza delle ginocchia. Lasciate cadere la palla a terra in mezzo alle gambe e riprendetela portando le mani dietro alle ginocchia. Ripetete il movimento, riprendendo la palla questa volta davanti.

Consiglio: il corpo resta fermo, mentre sono solo le mani che si muovono.

Obiettivo: aumentare la coordinazione ed il tempismo.

5. Il cambio di mano

Esecuzione: assumete la posizione fondamentale, e cominciate a palleggiare da fermi con la mano destra, quindi spingete la palla, toccandola lateralmente, davanti al corpo e verso l’altra mano.

Consiglio: palleggiate tenendo la palla sul fianco e non davanti. Il cambio di mano avviene con un palleggio basso e grazie alla spinta della mano che sta palleggiando e non recuperando la palla con l’altra mano.

Obiettivo: migliorare il controllo di palla.

 

Per gentile concessione della Gazzetta dello Sport

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster