Pallacanestro

Il successo di un team dipende da innumerevoli fattori:

le abilità individuali dei giocatori, come ricoprono il loro specifico ruolo in campo, lo stile del coach nell'insegnare e motivare i ragazzi, il clima, il morale della squadra e la coesione.

Quest'ultimo fattore, la coesione, ha un'importanza fondamentale per condurre il gruppo alla vittoria: il fascino degli sport di squadra sta nel poter raggiungere il successo grazie al contributo di ogni singolo giocatore e di ognuno in relazione a tutti gli altri.

Ai giocatori si richiedono impegno costante, sessioni stimolanti ma intensive di allenamento, forte concentrazione durante le partite: un clima sereno, dove venga dato il giusto ruolo al divertimento ma dove, soprattutto, i giocatori possano confrontarsi liberamente con l'allenatore e i compagni di squadra, è fondamentale.

Elementi come l'ottimismo, l'entusiasmo e l'attitudine positiva vanno a perfezionare il tutto. Un agonismo così evoluto e completo non può essere chiesto a un giovane e meno ancora a un bambino, ma deve essere l’obiettivo in ogni momento della formazione, e qui emerge l'importanza del ruolo del coach: riuscire a trasmettere ai ragazzi non solo i segreti del gioco, le strategie e le tattiche vincenti ma anche come essere un vero team. Il gruppo con più risorse è quello unito, con autostima e motivazione a crescere, e che presta attenzione a migliorare non solo gli aspetti tecnici ma anche i rapporti tra i giocatori.

Non bisogna, però, credere che queste attitudini, capacità e sensibilità abbiano uno sviluppo spontaneo e solo legato all’esperienza e alla passione per lo sport. Servono nuove conoscenze, l’attitudine a sperimentare, scoprire l’individualità di ogni singolo allievo, imparare dalle esperienze e continuare a far evolvere la propria professionalità. È necessario, quindi, che l'allenatore, per svolgere al meglio il proprio lavoro, sia adeguatamente formato e supportato da uno psicologo dello sport.

L'intervento dello psicologo è, infatti, diretto a portare i componenti della squadra e il coach ad una maggiore consapevolezza delle dinamiche relazionali presenti: si può partire da incontri di confronto di squadra semistrutturati, da osservazioni durante gli allenamenti e le partite, per arrivare a progettare, sulla base dei risultati emersi, specifici interventi di team building, diretti a potenziare il senso del "noi" come squadra.

"... La squadra campione batte una squadra di campioni..."  Anna Sole Marta

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster