Pallacanestro

Specie nelle partite di basket si vedono le famose serie positive e negative, ...

... con parziali che non trovano riscontro nella forza delle singole squadre. Perché si producono questi sbalzi così vistosi di rendimento?

Innanzitutto le serie positive non sono condizioni in cui l'atleta e la squadra si superano, ma momenti in cui gareggiano finalmente a livello delle loro possibilità. E su questa considerazione credo che si giocheranno le future scoperte dello sport: trovare i metodi per colmare il divario tra il rendimento medio e quello invece possibile.

Le serie positive si vedono più facilmente negli sport ad alto punteggio, dove non ci si chiude appena passati in vantaggio e il momento magico si nota perché ha più possibilità di dare subito un risultato visibile. Per esempio, anche nel calcio si vedono serie di azioni magari perfette, ma colpiscono meno perché sono state infruttuose per il risultato.

Le serie positive sono condizioni che si verificano in momenti diversi della stessa partita, non hanno spiegazioni tecniche o tattiche e, nello sport attuale, si ottengono ancora solo casualmente. A un dato momento, per un punto realizzato o un colpo ben riuscito, la squadra e il singolo si trovano senza accorgersene nella "partita magica", quella in cui tutto riesce al meglio senza aver fatto nulla di particolare perché avvenga, finché capitano l'errore o qualche colpo magico dell'avversario che rompono l'incantesimo e si torna al rendimento medio.

E non sono momenti di maggior impegno consapevole. Anzi, il momento magico è meno faticoso e la ragione è la sicurezza che si ottiene quando mente e corpo sono in sintonia, che fa giocare l'atleta e la squadra sulle ali dell'entusiasmo e senza il freno della paura di perdere. Il rovescio della medaglia sono i momenti negativi, dove non si riesce a giocare tutta una partita al meglio dei propri mezzi perché subentrano l'insicurezza e la paura di perdere.

Come fare per crearle? Nello sport non si studia e non si allena ancora la condizione psico-fisica ottimale per averla sempre pronta da impiegare come si fa con tutti gli altri fattori del gioco. In definitiva, se non alleniamo la mente a funzionare sempre sullo stesso livello di efficacia, e per questo c'è un training specifico, le serie positive sono dei momenti casuali che la squadra non sa programmare e ripetere.

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster