Pillole

Il cervello lavora come un tutto, ma ha aree specializzate per certe funzioni.

A grandi linee, l'emisfero destro presiede alle attività regolate dall'intuizione, dalla creatività, dall'associazione e dalla sintesi, dalla fantasia...

Quello sinistro regola la razionalità, il linguaggio, l'analisi, la capacità matematica e il ragionamento.

Il destro è rapido e immediato, quasi istintivo; il sinistro è più lento, "lavora" sulla realtà e ha bisogno di tanti passaggi per arrivare alla soluzione. Il primo entra in funzione in condizioni di sicurezza e tranquillità; il secondo quando occorre concentrazione, ragionamento o, importante, l'ansia impone di non fare errori.

Questa suddivisione ha importanza anche negli sport, specie di abilità e di situazione. In gara, l'emisfero destro dà lucidità, pensiero rapido e creativo per intuire le situazioni e proporre iniziative e contromisure. Se ci sono ansia o tensione, entra in funzione il sinistro che, però, sottopone le decisioni a un'analisi che fa perdere l'insieme dell'automatismo e restringe l'attenzione a svantaggio della visione d'insieme. Non significa che l'emisfero sinistro sia meno "nobile": serve in allenamento per apprendere, sottoporre ad analisi critica e assimilare informazioni. 

 

Per gentile concessione della Gazzetta dello sport – Gazzetta Sportiva.

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster