Pillole

Perché non si esaurisca...

  • la continuità è la capacità e l'abitudine a giocare sempre al livello possibile indipendentemente dall'avversario, dalle condizioni esterne e interne e dal risultato acquisito;
  • si potrebbe identificare con quella che chiamiamo "mentalità vincente", che è giocare sempre per il massimo consentito, e magari anche perdere, ma giocandocela sempre tutta;
  • i periodi positivi sono frutto di un miglior impiego delle risorse che dura nel tempo;
  • funziona solo per qualche tempo, perché le fasi positive non curate finiscono per esaurirsi da sole.

 

La squadra:

  • nelle serie positive si azzerano le tensioni, e ci sono cooperazione e gloria per tutti;
  • nessuno sente il bisogno di assumersi meriti che non ha, o di salvare se stesso a spese degli altri;
  • tutti giocano con tranquillità, perché la sicurezza toglie paura e dà coraggio per prendere iniziative;
  • ogni vittoria dà una crescente sicurezza che ha effetto su quella successive;
  • ognuno dà secondo i propri mezzi, perché l'entusiasmo porta altro entusiasmo, toglie paure e dà modo di impiegare tutte le risorse;
  • si rafforza il collettivo;
  • si ottengono risultati superiori alla somma delle capacità dei singoli.

 

Il singolo:

  • esercita appieno la creatività perché non ha i freni di quando gioca per non sbagliare;
  • la sicurezza gli consente di essere più preciso e più pronto e, dunque, di essere più efficace;
  • usa in ogni momento tutte le risorse di cui dispone.

 

Se non la alleniamo

Se non s’impiegano tecniche e strumenti per portare sempre allo stesso livello di rendimento, l'unico vero motivo della continuità diventano i risultati ottenuti e la sicurezza, solo provvisoria, che essi permettono. Lo possiamo costatare dopo alcune vittorie, magari solo casuali. La squadra pian piano diventa più sicura e comincia a giocare bene e a rendere allo stesso modo in tutte le partite (le serie o, addirittura, i campionati positivi). La vittoria dà, infatti, euforia e, soprattutto, quella sicurezza di potercela fare che è la ragione prima della continuità.

Ma le fasi positive si esauriscono se non vengono indagate e se non si consolidano regole e strumenti da applicare sempre: all'entusiasmo subentra l'obbligo di vincere e di riconfermarsi, che è legato alla paura di non farcela e, di conseguenza, alla condizione meno utile per rendere.

 

Opinione personale

Indagare un errore o una condizione negativa per correggerli porta a fissarli nella mente e farli agire nel comportamento mentre, indagare la soluzione e la condizione positiva opposta, le sostituisce e le cancella.

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster