Pillole

Il rendimento è come una U rovesciata: ...

... prima manca la giusta attivazione per arrivare a dare il meglio, e dopo è eccessiva e agisce come un freno.

Capita soprattutto quando l'allenatore:

  • crea tensioni inutili;
  • si assume ogni responsabilità e gli atleti sono puri esecutori privi di contromisure contro gli imprevisti;
  • esagera le difficoltà della gara per stimolare l'impegno o cerca di minimizzarle per dare coraggio o togliere la paura;
  • fa appello all'orgoglio, alla "rabbia" o allo spirito di rivincita, strumenti che sono sotto la sfera emotiva e non chiamano in causa la padronanza della situazione, la lucidità e l'iniziativa personale;
  • impone lunghe concentrazioni, con la testa già nella gara molto prima di cominciarla, la mente fissa per prevedere ogni situazione e avere pronte tutte le soluzioni e le contromisure, l’attenzione tesa a cancellare qualsiasi altra sensazione e pensiero, finché cala l’attenzione e subentrano la paura di non essere concentrati e un’insicurezza che poi l’atleta cerca di neutralizzare con la frenesia e un eccesso di aggressività;
  • si agita per trasmettere la propria carica, quasi un travaso di voglia, rabbia o simili, mentre l’atleta è confuso e perplesso. Sembra concentrato, ma è perso nel vuoto, ha le gambe molli e sente di non essere pronto. Oppure ascolta, ma intanto si chiede cosa sarà mai questa carica, se tutte le volte gli gridano in faccia e lo stordiscono;
  • prepara la gara partendo troppo da lontano e crea noia e tensioni, paura di non essere pronti e un senso di fatica che è come aver giocato, mentre la condizione psicofisica ideale per rendere, è piacere, entusiasmo, impazienza di misurarsi, sicurezza di potersela giocare, prontezza nel trovare le soluzioni quando se ne presenta la necessità, rapidità nelle scelte, padronanza delle proprie risorse.

Tutti questi marchingegni sono la causa del passaggio al livello di tensione non più utile per l’agonismo. L’atleta sente che gli mancano le energie e le idee per la gara perché, a questi livelli di eccitazione calano bruscamente la forza fisica, la lucidità e la sicurezza per giocarsela tutta e tentare soluzioni nuove e impreviste, che sono i fattori essenziali per il rendimento.

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster