Pillole

Oggi non parliamo di sport, ma prendiamo atto della caduta di un inganno. Anche l’Informazione, che faceva passare messaggi favorevoli di politici, altra gente tanto inconsistente da giustificarne (o consigliarne?) l’uso oppure conosciuta, ma fuori argomento, fa finalmente il proprio mestiere: la cannabis procura danni pesanti e anche irreversibili.

Prima annebbia l’apprendimento, la memoria, l’attenzione e la lucidità, e poi rallenta e disturba le normali attività e agisce pesantemente sulla salute, specie mentale. Conduce ad ansia permanente, alternanze di esaltazione e depressione, decadimento, rischio di suicidio, schizofrenia e conseguenti ospedalizzazioni.

Non accenna però, a un altro rischio: c’è chi fuma per sentirsi vissuto e navigato, come si faceva un tempo con il tabacco, ma anche chi non si basta com’è e ha bisogno di stordirsi per darsi un significato che non arriva mai e, anzi, si allontana. E allora non si può fare altro che passare a sostanze più pesanti.

Si è già detto in altre parti del sito (cerca “cannabis”) di cattivi maestri, pifferai di Hameln e imbonitori per fini personali, e di altre soluzioni ingenue come drogare i bambini legalmente, farne dei piccoli soldatini, per sconfiggere le mafie, senza pensare che si sarebbe trovata la cannabis coltivata in un capannone in disuso o a kilometri zero in un boschetto vicino a casa. Si è insistito, e avviene ancora, sugli effetti benefici della cannabis terapeutica per illudere in qualche modo che sarebbe stata l’unica in circolazione.

Non si era detto dell’ingordigia di grandi capitali che, appoggiati dai cultori della libertà senza limitazioni e cautele, avrebbero trovato tutte le soluzioni chimiche e commerciali per renderla più aggressiva e capace di indurre una dipendenza più tenace.

Ragazzi, non fumatevi la vita. Non è quella che preferireste, ma se qualcuno vi vuole convincere che non offra nulla di più appagante che fumarvi il cervello, vi manipola per trasformarvi in automi che si muovono a comando.

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster