Educazione

L’autostima è fattore essenziale dell’apprendimento e dell’iniziativa, ma nei giovani la possiamo stimolare soltanto apprezzandoli per ciò che sono e possono fare, chiamandoli e pensare e fare insieme e concedendo la libertà di sperimentare il nuovo.
In qualsiasi attività dell’uomo la fiducia nei propri mezzi, la consapevolezza di essere adeguati ai compiti, il superamento dei propri limiti e l’apprezzamento degli altri sono gli incoraggiamenti e le motivazioni più efficaci.

E di più nei giovani, perché in mancanza ne patiscono la sicurezza, l’iniziativa libera e l’apprendimento.

Come stimolare l’autostima di un giovane nello sport? Prima di tutto, consideriamolo per ciò che è e gli è possibile fare, anche se ancora modesto, perché l’autostima permette di rimuovere i limiti, purché siano superabili. Chi si stima, infatti, impara con maggiore facilità, rischia il nuovo anche se difficoltoso perché si ritiene capace, non teme il giudizio e acquisisce sempre più coraggio e sicurezza nei confronti dei propri limiti.

Valutiamo gli sforzi e le intenzioni prima dei risultati. Un giovane non deve solo imparare a eseguire correttamente. Ha bisogno di esercitare l’iniziativa, il coraggio di provare anche quando non è sicuro del risultato, e lo può fare soltanto se possiede la convinzione di potercela fare, mentre è troppo frequente sentire rimproveri o assistere a punizioni per una sconfitta o un errore in un’iniziativa non riuscita.

Apprezziamo e valorizziamo le capacità, anche se ancora modeste, invece di screditare i tentativi falliti o di rilevare solo gli errori e l’incapacità di mettere in pratica richieste impossibili. Pensiamo a un giovane al quale si chiede qualcosa che è nelle sue possibilità: si rassicura di potercela fare, sviluppa automatismi efficaci, cerca di creare il nuovo invece di pensare soltanto a non sbagliare, assume coraggio e raggiunge gli obiettivi che sono alla sua portata. Valutiamolo, quindi, per quello che è e per ciò che sa fare e meritare e riconosciamogliene i meriti, perché la stima è riconoscimento di ciò che è reale, mentre chiedere prestazioni e prove impossibili o cercare di convincere che basta impegnarsi di più per trovare risorse immaginarie sono manipolazioni che scoraggiano e abbattono proprio l’autostima.

Pensiamo insieme e scambiamoci contributi. Lo abitueremo a usare la critica, l’ingegno e la creatività, lo rassicureremo sulle sue capacità e opinioni, lo stimoleremo ad avventurarsi nel nuovo, avremo l’opportunità di intervenire sui suoi dubbi senza che si debba considerare inadeguato, e così lo renderemo produttivo e responsabile. E favoriremo lo sviluppo e l’impiego dell’intelligenza, perché agiremo sui tre livelli che la caratterizzano, l’apprendimento, la critica e la creazione, che arrivano alla massima espressione se sono stimolati e collaborano tra loro.

Se siamo riusciti a portarlo alla maturità e all’autonomia possibili a ogni periodo dello sviluppo, lasciamolo libero di scegliere e decidere anche se qualche volta può sbagliare nella ricerca del nuovo, perché l’esercizio della creatività è fattore essenziale per la correzione e per l’apprendimento.

Infine, anche se ne ha le possibilità, non pretendiamo che sia subito campione, perché vi arriverà solo se e quando le capacità lo permetteranno, mentre volerlo per forza e troppo presto prima significa pretendere un’imitazione che non potrà mai riuscire.

Qualcuno penserà che un rapporto così libero possa portare all’ingovernabilità, ma essere adulti e guide permette e impone di pretendere una precisa osservanza dei vincoli e delle regole che tale libertà comporta. Le regole, infatti, non sono freni che limitano, ma garanzia di muoversi senza dubbi su un terreno conosciuto, di capire ed essere capiti e di ottenere l’apprezzamento degli altri, che è uno dei principali stimoli all’autostima.

E se qualcuno pensa di approfittare? Facciamo in modo che ogni trasgressione vada sempre incontro a una conseguenza inevitabile.

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster