Salute

Il sistema nervoso e l'influenza delle emozioni.

Le emozioni (ansia, paura, tensione...) influiscono positivamente o negativamente (aumento del battito cardiaco, stomaco chiuso...) sugli organi interni attraverso il sistema nervoso autonomo. Proprio in base a questi meccanismi protratti nel tempo, è possibile spiegare l'insorgenza delle malattie psicosomatiche. Il sistema nervoso autonomo controlla gli organi interni del corpo (il cuore, l'intestino, lo stomaco, le ghiandole endocrine...). 

 

Simpatico e parasimpatico

In questo sistema esistono vie nervose motorie che si dirigono verso gli organi interni e vie nervose sensoriali (trasportano informazioni sensitive, come il dolore) che provengono dagli organi interni. Svolge perciò sia un controllo motorio sia un'elaborazione delle sensazioni che provengono dagli organi innervati. Il sistema nervoso autonomo si divide in simpatico e parasimpatico. Funzionano rispettivamente da acceleratore e da freno per la nostra attività: il primo per quella intensa, il secondo per quella moderata. In determinate situazioni (un atleta prima di una partita), alcuni stimoli producono uno stress che provoca il riversamento di una quantità di adrenalina (determinato dall'azione del sistema simpatico) nel flusso sanguigno e crea una condizione in cui il nostro corpo si attiva e si prepara ad agire impulsivamente (per esempio, fuggendo dalla condizione stressante). Considerando che le regole sociali impongono una condotta che ci impedisce la fuga o altri tipi di azione, il sistema parasimpatico, con la sua azione frenante, cerca di ricostituire lo stato di equilibrio perduto. Dal punto di vista fisico, il sistema simpatico esce dal midollo spinale a livello toracico e lombare (sistema toracico lombare), mentre il sistema parasimpatico esce dal tronco dell'encefalo e dal midollo sacrale (sistema cranico-sacrale).

 

Il controllo dell'ipotalamo

Questi due sistemi in genere hanno azioni opposte. Il simpatico determina dilatazione della pupilla (midriasi) mentre il parasimpatico determina la sua costrizione (miosi). A livello del cuore, il simpatico determina aumento della frequenza cardiaca (tachicardia), mentre il parasimpatico una diminuzione (bradicardia). Anche nell'intestino i due sistemi hanno effetti contrari: aumento della motilità ad opera del parasimpatico, diminuzione il simpatico. Tutti questi sistemi e organi sono sotto il controllo dell'ipotalamo, la regione cerebrale più importante nella regolazione degli stati motivazionali (fame, sete...), del comportamento sessuale, della temperatura corporea e degli stati emotivi.

 

Per gentile concessione de La Gazzetta dello Sport - Gazzetta Sportiva.

Ti è piaciuto questo articolo?

Forse vuoi leggerne altri... Ecco alcuni articoli che hanno un argomento simile:

Tehethon

banner poster