Gli scopi del nostro progetto sono la scoperta e l’analisi dei fattori che possono intervenire sullo sviluppo dei giovani che fanno sport e la proposta di un metodo in grado di formare uno sportivo capace di esprimere compiutamente tutte le proprie potenzialità.

In particolare, si tratta di operare un cambiamento culturale nella formazione dello sportivo che sintetizzo in alcuni punti:

  1. Innanzitutto, correggere gli errori che influiscono sullo sviluppo della persona.

  2. Insegnare e chiedere considerando il momento di sviluppo, le potenzialità, le motivazioni e la capacità, di collaborare del giovane.

  3. Proporre un modello di adulto maturo ed evoluto nel quale il giovane si possa identificare.

  4. Chiarire quale adulto possiamo formare utilizzando le potenzialità dello sport, che si può proporre come strumento educativo insieme alla famiglia e alla scuola.

  5. Scoprire e sviluppare tutte le potenzialità dell’allievo, in modo da portare ognuno alla completezza possibile.

  6. Trasformare il genitore in una presenza utile e in uno stimolo produttivo.

Il metodo che proponiamo offre alcuni principi intuitivamente ovvi, ma non ancora consueti, perché manca una chiara metodologia per impiegarli nella formazione. Qualcuno afferma di impiegarli, ma una corretta applicazione presuppone percorsi, obiettivi e modi d’insegnamento, di rapporto e di conduzione non ancora usuali nello sport.

Tehethon

banner poster